›› HOME
›› AFORISMI
›› BASS INTERVIEW
›› BASSISTI
›› BASS LINKS
›› BASSNEWS
›› BASS REPORT
›› BONUS BASS CLUB
›› CORSO MULTIMEDIALE
›› DIDATTICA
›› PRATICA
›› RIFFOLOGY
›› SLAPCITY
›› STORIA
›› TAPPING TRIP
›› TEORIA
›› CONTATTI

Webdesigner
Riccardo Romagnoli

 


bachbass
cocco strings

L'IMPOSTAZIONE DELLE MANI #3

La posizione "naturale" della mano sinistra.

Prendendo con la mano sinistra il manico dello strumento, senza avere alcuna istruzione, si tende a piazzare il pollice sopra il manico, in questo modo la mano assume una posizione più comoda ma chiusa: l'allargamento a quattro dita diventa difficoltoso. La presa sul manico è più forte e sicura, particolarmente adatta per i bending o per posizioni particolari. Molti bassisti importanti, che hanno fatto la storia del basso, hanno questa impostazione. La posizione naturale ha un aspetto più istintivo, solitamente legato a bassisti di provenienza chitarristica (rock, soul-blues), mentre quella classica è più tecnica, e dunque spesso tecnicistica, adatta a esecuzioni di brani particolarmente difficili nell'ambito classico e jazzistico (fusion).
Nulla impedisce di utilizzare, a seconda dei casi e del momento, sia l'impostazione classica, che la posizione naturale.

impostazione delle mani sulla tastiera

1 Paul McCartney

2 Paul McCartney

3 Donald "Duck" Dunn

4 John Paul Jones

1 Roger Glover

2 John Deacon

3 Victor Wooten

4 John Entwistle

impostazione delle mani sulla tastiera

 

 

Pagina precedente - Pratica

 

Realizzazione siti Web - Riccardo Romagnoli © 2004-2015 | All rights reserved
www.didatticadelbassoelettrico.it vietata la riproduzione anche parziale del seguente documento
webdesigner